II Guerra Mondiale

Livia_Bianchi_-_Italian_partisan

Livia Bianchi, la Partigiana fucilata in nome della libertà

Furono tutti arrestati e condotti di fronte al muro di cinta del cimitero del paese, per essere fucilati.
A Livia venne offerta la possibilità di aderire al fascismo e di rinnegare i suoi compagni, ma la giovane donna rifiutò decisamente unendosi agli altri Partigiani nel triste destino che li attendeva….

Maria Luisa Alessi, la partigiana fucilata a Cuneo

Dopo l’armistizio dell’8 settembre iniziò a partecipare attivamente alla Resistenza.
Iniziò come staffetta della 181a Brigata Morbiducci, che operava in val Varaita, e successivamente partecipò a numerose pericolose missioni….

La strage dell’orfanotrofio di Yeysk

I tedeschi iniziarono a caricare i bambini sui convogli.
Spinte, urla, strattonamenti, il caos era generale. La paura che si leggeva sui volti dei piccoli, suscitava una certa euforia negli uomini impegnati nelle operazioni….

Il piroscafo Oira, la tomba di 4000 soldati italiani

Il carico umano era costituito prevalentemente da prigionieri italiani. Salpò da Rodi scortata dalle torpediniere TA 16, TA 17 e TA 19, direzione Pireo. A bordo vi erano 4046 militari internati (43 ufficiali, 1189 sottufficiali, 3885 soldati), 90 tedeschi e l’equipaggio….

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

COMMENTI

Le nostres storie direttamente nella tua mailbox