Poesia

LA POVERTÀ DEI BAMBINI

Cosa vedete in questa foto??

Cosa vedete in questa foto?Io vedo la sconfitta del genere umano.Vedo la solitudine degli ultimi.Vedo la sofferenza.Vedo l’infanzia negata.Vedo la rassegnazione di chi non ce

A TUTTE LE DONNE

A TUTTE LE DONNE

A tutte le donne spettinateA quelle che soffrono, ma nessuno lo saA quelle che ci sono sempre, ma sono invisibiliA quelle che si sanno ancora

Saper leggere il libro del mondo

Da questa vecchia casa per le aperte finestre, come da un’antica fiala, l’odor d’un tempo ora scomparso esala acutamente nel silenzio inerte [I sonetti della

Amati

Ardi, materia, dissolviti piano, cullata da questo folle vento. La tua passione brilla di quell’amore, fulcro vitale dell’esistenza. Amati ancora, materia, e per l’ultima volta

A Menorca

(piccolo fiore, cresciuto sulla terra arida ) Sorgevano candide gettate nel caos e nell’arsura di remote sabbie, nell’arida terra d’argilla, fra il tiepor di muri

Torino, la collina e il mare

I solitari come me, tendenzialmente un po’ malinconici, che hanno difficoltà a vivere la superficialità delle cose, sono da sempre già un po’ vecchi Paolo

Milano

Allora il silenzio divenne grido, del sangue che incespicava tra le labbra, lontano… là dove il dolore smise di essere e fu morte… Zittisce ogni

Non è mai troppo tardi per amare!

Risiede negli stretti abbracci degli amanti, il senso più evidente e massiccio dell’esistenza, lo si percepisce nella perpetua rugiada che innaffia i loro occhi, e

Signora del Mare.

Venezia, terra mia sacra di poesia, nobile melanconica mia signora antica eterna volgi le tue mani al mar nei tuoi antichi palazzi e nell’oro sacro

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

COMMENTI

Le nostres storie direttamente nella tua mailbox