Crimini

la strage di Nassiriya

12 novembre 2003: la strage di Nassiriya

Tutto cambia in attimo, quando quel camion compare all’orizzonte. Il carabiniere di guardia all’ingresso, Andrea Filippa, capisce subito che qualcosa non va. Si avvicina veloce, troppo veloce, un attimo e cerca di fare quello che può, perchè capisce il pericolo. Apre il fuoco, spara al conducente, che si accascia sul volente e poi all’uomo accanto a lui…

maxresdefault

Sepolti vivi

Carol e Reggie si sono stretti in un abbraccio pieno di paura mentre la terra cominciava a ricoprirli.
Avrebbero potuto fermarsi.
Avrebbero potuto lasciarli lì soli e impauriti. Avrebbero potuto anche sparargli, invece hanno scelto per loro una morte lenta e spaventosa….

The-Prodigy-Mary-Bell-699x393

Mary Flora Bell – assassina a 11 anni

Mary sta per compiere 11 anni.
Con una sua amica, Norma Jean, fanno un giro per Newcastle. Non sanno cosa fare. Decidono di prendere il figlio dei vicini, Martin Brown, di soli 4 anni…

Strage-di-Bologna-2-agosto-1980

2 agosto 1980: la strage di Bologna

Ore 10.25, stanno per uscire dal parcheggio quando si sente un tremendo boato. L’uomo si abbassa istintivamente, la donna anche, mentre con un braccio copre la sua piccola, che si sveglia fra le lacrime….

La strage di San Valentino

Chi va alla porta si trova davanti 5 uomini travestiti da poliziotti. Li fa entrare, non sospetta una trappola. Nel garage sono presenti 7 uomini armati. Credendo in una retata, si lasciano disarmare. Pochi istanti e sono sul pavimento crivellati da decine di colpi di mitragliatore…

La piaga della pedofilia: la cartina delle diocesi non sicure

I sacerdoti accusati di pedofilia o in attesa di giudizio vengono generalmente ospitati in 24 centri sparsi in tutta l’Italia. Nelle strutture non sono accolti solo preti, possono esserci anche chierici, religiosi, religiose e seminaristi.
I “pazienti” vengono sottoposti a psicoterapia, sostenuti durante l’iter processuale e aiutati dopo l’eventuale scarcerazione….

Il falso mito secondo cui la mafia non tocca le donne e non ammazza le creature

La strage di Portella della Ginestra fu un eccidio commesso il 1º maggio 1947 nel comune di Piana degli Albanesi in provincia di Palermo, da parte della banda criminale di Salvatore Giuliano, che sparò contro la folla di contadini riuniti per celebrare la festa dei lavoratori.
Questa la storia di quel triste giorno.

IMG-20210418-WA0003

Il silenzio dell’ innocente

Ricordo tutto con una lucidità incredibile, anche adesso che ti scrivo è come se fossi lì, in quella cucina/tinello, in quel pomeriggio di tardo autunno. Sono passati 53 anni da quel giorno eppure è ancora oggi…

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

COMMENTI

Le nostres storie direttamente nella tua mailbox