Rosella Reali

Sono nata nel marzo 1971 a Domodossola, in quella valle meravigliosa che è l’Ossola, giardino dalle bellezze impareggiabili delle Alpi. La passione per la montagna e la fotografia sono il mio motore. Il mio primo articolo con i Viaggiatori Ignoranti risale al 26 luglio 2016: una grande emozione e la nascita di una passione che è cresciuta dentro di me giorno per giorno. Da quel giorno non mi sono più fermata. Ho collaborato con il settimanale Eco Risveglio, dal 2016 al 2018, raccontando storie della nostra valle. Il mio primo libro è del novembre 2018, È una storia da non raccontare, pubblicato con Albatros Edizioni, scritto in collaborazione con Fabio Casalini. Il nuovo sito dei Viaggiatori Ignoranti? È il concretizzarsi di una serie di idee che per anni ho tenuto nel cassetto e che grazie ad una preziona collaborazione si sono concretizzate giorno per giorno. Progetti futuri? Molti e sempre con l’entusiasmo e il sorriso che mi contraddistinguono.

I MIEI ARTICOLI

Irma Pedrielli, la Partigiana fucilata dai fascisti

Insieme, dopo l’armistizio, aderirono alla Resistenza, entrando nella «7ª brigata GAP “Gianni Garibaldi”». Erano staffette addette al servizio informazioni e di collegamento. Il suo nome di battaglia era «Vilma»…

Ada Zucchelli, la Partigiana fucilata dai fascisti

Fu proprio «Olga» a tenere i contatti con i detenuti per definire con quale modalità si potesse intervenire. La sua attività divenne oggetto di interesse da parte dei soldati repubblichini…

Anna Maria Princigalli, la valorosa Partigiana dei bambini

Un giorno, mentre si trovava a Bedero, un piccolo centro nella zona del varesotto, venne arrestata e incarcerata, prima a Varese e poi a Milano. Rimase nelle mani dei fascisti per due mesi, durante i quali venne torturata e maltrattata…

«Il Capitano» Filippo Beltrami e la battaglia di Megolo

Con le poche armi a disposizione, armati soprattutto di coraggio, di fronte a un nemico in netta superiorità numerica, Filippo Beltrami e i suoi compagni avevano combattuto fino alla fine, sacrificando le loro vite….

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

COMMENTI

Le nostres storie direttamente nella tua mailbox