Rosella Reali

Sono nata nel marzo 1971 a Domodossola, in quella valle meravigliosa che è l’Ossola, giardino dalle bellezze impareggiabili delle Alpi. La passione per la montagna e la fotografia sono il mio motore. Il mio primo articolo con i Viaggiatori Ignoranti risale al 26 luglio 2016: una grande emozione e la nascita di una passione che è cresciuta dentro di me giorno per giorno. Da quel giorno non mi sono più fermata. Ho collaborato con il settimanale Eco Risveglio, dal 2016 al 2018, raccontando storie della nostra valle. Il mio primo libro è del novembre 2018, È una storia da non raccontare, pubblicato con Albatros Edizioni, scritto in collaborazione con Fabio Casalini. Il nuovo sito dei Viaggiatori Ignoranti? È il concretizzarsi di una serie di idee che per anni ho tenuto nel cassetto e che grazie ad una preziona collaborazione si sono concretizzate giorno per giorno. Progetti futuri? Molti e sempre con l’entusiasmo e il sorriso che mi contraddistinguono.

I MIEI ARTICOLI

L’eccidio di Maiano Lavacchio, una strage fascista

Un gruppo di renitenti alla leva, nell’inverno tra il 1943 e il 1944, per sfuggire alla chiamata nell’esercito della Repubblica Sociale Italiana, si ritirarono proprio in questa zona, sulle colline vicino a Istia d’Ombrone….

Sepolta viva…

Nascere femmina in India non è facile.
La povertà, l’ignoranza, la miseria, divorano l’animo di chiunque, anche dei migliori….

Il piroscafo Oira, la tomba di 4000 soldati italiani

Il carico umano era costituito prevalentemente da prigionieri italiani. Salpò da Rodi scortata dalle torpediniere TA 16, TA 17 e TA 19, direzione Pireo. A bordo vi erano 4046 militari internati (43 ufficiali, 1189 sottufficiali, 3885 soldati), 90 tedeschi e l’equipaggio….

Vittima del branco

Il branco è coraggioso proprio perché è un branco, ma sono certa che se prendessimo a uno a uno i suoi componenti, scopriremmo che sono più spaventati di un coniglietto nella foresta di notte….

Ruth Closius-Neudeck, l’aguzzina di Ravensbrück

Una sopravvissuta a Ravensbrück raccontò, durante un’udienza, che vide personalmente Ruth Closius-Neudeck “tagliare la gola di un detenuto con il bordo tagliente della sua pala”…

28 luglio 1945: l’incidente aereo all’Empire State Building

Il velivolo si schianta tra il 78° e il 79° piano sul lato nord, causando uno squarcio di circa 6 metri.
Le ali si strappano ed un motore viene scagliato sul tetto di un edificio vicino, mentre l’altro, con parte di un carrello, precipita attraverso il vano ascensore. L’esplosione dei serbatoi, carichi di benzina, causano un vasto incendio….

Maria Mandel, la bestia di Auschwitz

In breve tempo si distinse per la sua disumanità e per le sue attitudini al comando, tanto da essere promossa al grado di Oberaufseherin, Osservatore Avanzato, delle prigioniere…

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

COMMENTI

Le nostres storie direttamente nella tua mailbox