Marco Boldini

Primo articolo per i Viaggiatori Ignoranti: 28 agosto 2013. Nato nel 1969 sposato, 3 figli e il gatto Balthazar, 52 anni ma in realtà trentaduenne con vent’anni di esperienza, cittadino del mondo e milanese di nascita ma miazzinese e, più recentemente, tainese di adozione. Volubile e curioso cerco, quando posso, di fuggire dalla noia e dalla routine, ho potenzialmente sempre la valigia aperta, pronto a passare da un aeroporto all\’altro, a conoscere lingue, persone, culture e paesi diversi che ritraggo in maniera dilettantistica con la macchina fotografica. Amo in uguale maniera la montagna, che ti parla con i suoi silenzi e ti regala indimenticabili albe e romantici tramonti; da qui forse l’interesse per questo blog.

I MIEI ARTICOLI

40_1 Marco Boldini

L’ultimo capolavoro di Michelangelo

Arrivando a Roma in treno a poche centinaia di metri dal piazzale troviamo Piazza repubblica, meglio nota ai romani come Piazza Esedra, al centro della quale – purtroppo ora solo come una sorta di spartitraffico – fa bella mostra di se la fontana delle Naiadi, le ninfe che proteggevano le acquee dolci della terra…

Liliana Segre al Binario 21

Binario 21

E’ il 30 gennaio 1944 mattina. Milano è gelida e deserta. Al binario 21, 605 esseri umani vengono caricati sui vagoni di un treno, con furia, fischi, latrati di cani e urla di altri esseri umani, italiani e tedeschi, che ritengono giusto compiere il proprio dovere con la violenza e la fretta necessarie per comporre il convoglio RSHA destinato al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau…

Il complesso fortificato di Bellinzona

A pochi chilometri a nord dal confine tra Italia e Svizzera nella zona del varesotto-comasco sorge il complesso fortificato di Bellinzona che rappresenta tra le più strategiche strutture militari difensive della fine del medioevo….

Parigi misteriosa: le catacombe

L’origine delle Catacombe di Parigi, risale alla fine del XVIII secolo quando, per far fronte alla situazione di alcuni cimiteri e dal diffondersi di epidemie, il Consiglio di Stato decise di spostare le ossa in quel mondo sotterraneo costituito da un dedalo di gallerie e cave che oggi mi accingo a visitare. ….

La chiesa russa di Sanremo

La chiesa di Cristo Salvatore, Santa Caterina Martire e San Serafino di Sarov, costruita in cento giorni a Sanremo, nei primi anni del Novecento, per volere dell’Imperatrice Madre Maria Feodorovna, città dove la nobiltà russa era solita recarsi per il buon clima….

Grand Hotel et de Milan

Verdi dimorò al “Milan”, come affettuosamente veniva chiamato il Grand Hotel dai milanesi, sino alla sua morte il 27 Gennaio 1901….

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

COMMENTI

Le nostres storie direttamente nella tua mailbox