Altri Autori

In questi anni di attività dei Viaggiatori Ignoranti, alcuni autori che oggi non collaborano più con noi, hanno lasciato un segno tangibile e prezioso del loro passaggio. Vorremmo ringraziare ognuno di loro per il tempo che ci ha dedicato, per gli articoli, le foto, le poesie e tutto ciò che ha contribuito ad impreziosire il nostro progetto. Grazie…

I MIEI ARTICOLI

Nonio e padre Tommaso Obicini.

Il piccolo borgo protagonista del dialogo tra religioni Nonio, piccolo borgo sulla sponda occidentale del lago d’Orta, formato dalle frazioni Oira e Brolo oggetto della

Brolo…il paese dei gatti

Brolo: situato sulla sponda occidentale del Lago d’Orta, primo borgo che si incontra salendo da Omegna, mostra pregevoli costruzioni architettoniche ed un paesaggio mozzafiato su cui si staglia il lago d’Orta….

57961-1556466763530468

William B. Seabrook: vita e avventure di un cannibale gentiluomo

William Buehler Seabrook nasce nel 1884 a Westminster, nel Maryland. Suo padre è un avvocato di successo che decide di convertirsi in ministro protestante, condannando la famiglia alla povertà. Sua madre ha una personalità forte e dispotica e ha con il bambino un rapporto problematico: si ipotizza che la successiva passione di Seabrook per il sadomasochismo e le donne legate si origini da questo trauma irrisolto.

5cbbf-underground255b6274255d

Aum Shinrikyo Il tunnel del fanatismo

Siamo in Giappone corre l’anno 1995, Hayashi Ikuo sale sul vagone in testa al convoglio della linea Chiyoda in partenza alle 7:48, in prossimità della sua fermata perfora con la punta dell’ombrello una sacca contente del liquido, e scende. Undici minuti dopo (7:59) alla stazione di Yotsubashi un giovane, Hirose Kenichi, sale sul treno A777 della linea Marunochi e compie il medesimo folle gesto; altrettanto succede sulla altre due carrozze della stessa linea. Sulla linea Hibiya in partenza dalle stazioni di Naka Meguro e Kitasenju, si diffonde oscuro e silenzioso il veleno letale…..

“Quel sorcio di Gesù”: solo in un racconto fiabesco, e senza essere blasfemi!

Una volta una vecchietta usciva il cuore dal petto per il desiderio del latte. Se ne stava in malinconia alla finestra quando vide passare capre che suonavano piene di sonagli nella lucente aria del mattino. “O buon capraio”, fece, “mi date un quarto di litro di bel latte?”. Quello glielo diede, schiumeggiò bianco nella ciotola. La vecchietta Maria Maddalena lo conservò in un cassetto per lasciarlo puro, odoroso. Intanto si sentì la campana della messa, i tetti erano sereni….

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

COMMENTI

Le nostres storie direttamente nella tua mailbox