La battaglia di Lepanto

Tempo di lettura: 2 minuti

Alla battaglia di Lepanto si attribuisce una connotazione divina, non solo per la benedizione del Papa ma anche per l'insieme di avvenimenti che, si racconta, siano avvenuti....

Il 7 ottobre 1571 la flotta della Lega Santa sbaraglia la numerosa flotta ottomana presso Lepanto.
Alla battaglia di Lepanto si attribuisce una connotazione divina, non solo per la benedizione del Papa ma anche per l’insieme di avvenimenti che, si racconta, siano avvenuti.
La giornata iniziò nel peggiore dei modi; le navi ottomane avevano il vento a favore ed erano in numero superiore.
Poi però a mezzogiorno il vento cambiò improvvisamente, Giovanni d’Austria issò lo stendardo di Lepanto raffigurante il crocifisso in mezzo ai santi Pietro e Paolo, benedetto da Pio V e su ogni nave venne innalzata la croce. Il Papa in quel momento a Roma, proprio a mezzogiorno si dice ebbe una visione sulla futura vittoria.
Grazie all’abilità marittima dei comandanti della Lega Santa, ad un miglior equipaggiamento e a migliori pezzi di artiglieria, i Cristiani riuscirono a sbaragliare gli Ottomani.
La sconfitta della flotta turca fu un duro colpo per l’Impero Ottomano che cercò più volte di intraprendere una nuova campagna navale inutilmente.

BIBLIOGRAFIA

Fotografia (Venice) Allegoria della balaglia di Lepandao – Gallerie Accademia

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

COMMENTI

ARTICOLI CORRELATI

Le nostres storie direttamente nella tua mailbox