Febbraio 23, 2018

Stanislav Petrov, il lucido analista che salvò il mondo

Siamo verso la fine dell’estate del 1983 e più precisamente l’ultimo giorno di Agosto. All’aeroporto di New York, l’esperto pilota Chun Byung In, con un trascorso nell’aviazione militare coreana e oltre diecimila ore di volo alle spalle, sta terminando insieme al suo pilota in seconda le ultime procedure per i controlli del Boeing 747 che avrebbe dovuto portare i 269 tra passeggeri e membri dell’equipaggio a Seoul. Nessuno avrebbe mai potuto immaginare che, nonostante l’esperienza del comandante, il volo non sarebbe mai giunto a destinazione….

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

COMMENTI

Le nostres storie direttamente nella tua mailbox